Madre delle Figlie di San Paolo e di tutta la Famiglia Paolina

Ariccia, 5 aprile 1964

“Ella [M. Tecla] ha lasciato molti esempi; tra gli altri anche questo: ha sempre aiutato con cuore largo le Istituzioni delle Pie Discepole, delle Pastorelle, delle Apostoline. A queste ha preparato con le sue mani, nei più minuti particolari, l’abito; facendo e rifacendo finché lo si ritenne adatto e; conveniente. Ha aiutato anche le Annunziatine. Questo testimonia il suo cuore grande, la sua vera carità. Non c’erano davvero egoismi in lei, non invidie, tutt’altro. Si rallegrava di ogni buon risultato che notava nelle diverse Congregazioni della Famiglia Paolina”1.

 


  1. Verbale delle adunanze tenute durante il II Capitolo Generale “straordinario” delle Figlie di San Paolo, Roma, aprile 1964, p. 16.